Crea sito

VIVI FELICE

Spread the love

La forza del momento che ti permette di vivere felicemente!

Autore: Mounia Benadda – Ambassador of the World Healthy Living Foundation

Il momento presente è ciò che si frappone tra passato e futuro: il momento presente.

Essere completamente presenti in quello che stai facendo, prestandogli piena attenzione, senza essere attratto nei tuoi pensieri e nelle tue azioni come un automa.

Essere presenti significa “dimorare” completamente nel tuo corpo ed essere connesso ai tuoi cinque sensi in un dato momento.

Il più delle volte, siamo commossi o dominati dai nostri pensieri o sentimenti.

Potremmo essere sorpresi di scoprire che spesso pensiamo pessimisti o timidi al futuro o al passato.

Ad esempio, la mente a volte ci riporta indietro nel tempo quando facciamo la spesa, ad esempio, o nel futuro quando siamo in fila. Invece di prestare attenzione a ciò che sta accadendo momento per momento, pensiamo costantemente a cosa “potrebbe” accadere e come “dovremmo” rispondere ad esso.

In altre parole, temiamo ciò che “potrebbe” accadere, questa paura rafforza il nostro attaccamento alla mente e questa resistenza nel momento presente aumenta la nostra sofferenza.

Tendiamo a identificarci con questi pensieri, a pensare che siamo queste emozioni.

E lasciamo la realtà per costruirne un’altra che spesso non ci rende felici.

La sofferenza creata nel presente deriva dal non accettare ciò che è. La mente cerca sempre di evitare ciò che è nel presente e inizia a stancarci, rafforzando la nostra ansia o le nostre fantasie. La mente e tutte le nostre conoscenze sono molto utili, ci aiutano a svolgere i nostri compiti, a fare il nostro lavoro, sono dei veri compagni pratici nella nostra vita quotidiana, ma hanno dei limiti quando si tratta di apprezzare il presente per quello che è.

Quando siamo liberati dalle richieste della mente e viviamo nel momento presente, percepiamo le cose in un modo nuovo. I colori, i suoni e le sensazioni sono più penetranti poiché il filtro mentale non interviene più, quindi sperimentiamo più pace e amore profondo per tutto ciò che è.

Quando siamo completamente presenti, è la parte cosciente di noi, consapevole e attenta a ogni sottigliezza che emerge e che ci porta a un senso di profonda pace. In questo modo, possiamo guardare indietro al nostro passato senza sentirci in colpa o compiacenti e proiettarci nel futuro in modo allegro e realistico.

Essere completamente nel presente è fondamentalmente uscire dalla tua mente e realizzare il tuo corpo e accettare la vita qui e ora sulla Terra.

Essere nel momento presente significa essere ancorati, connettersi con la Terra, sentirsi connessi.

Essere radicati nel momento presente ci permette di sentire quella connessione profonda che esiste tra noi e la Terra.

Questo senso di appartenenza a qualcosa di più grande di noi stessi ci permette di accettare il momento presente più facilmente.

Ancorare significa togliere la consapevolezza dalla testa e metterla in piedi.

Ritornando al mondo terreno, reale, carnale, il mondo della materia.

Si tratta di essere pienamente nel mondo fisico.

Praticando la nostra presenza, sviluppiamo la nostra tranquillità, fiducia e un senso di sicurezza ovunque ci troviamo o in qualunque situazione ci troviamo.

Ci sentiamo più sicuri stando in piedi con maggiore sicurezza.

Se vivere nel presente è importante per tutti, è ancora più importante per le persone che pensano molto tornare al presente, avere pensieri più positivi, sentirsi al sicuro, risolvere certi problemi o sbarazzarsi della sensazione di ” camminare in tondo “.

Vivere il presente è una delle migliori soluzioni per proteggersi dal pessimismo del momento e lenire le proprie paure personali!

Come avrai capito, i vantaggi di vivere nel presente sono molti e vari! Il momento presente è davanti a tutto perché ci appartiene!

Ma come possiamo “esercitarci” nel presente?

Ora fornirò alcuni esempi di tecniche che ti permetteranno di essere più incorporato nel presente, che ti permetteranno di essere più consapevole delle tue esigenze:

Associare diversi tipi di memoria (visiva, cinestesica, uditiva): Ad esempio, dicendo ad alta voce: “Apro la porta di casa”.
Mangiare con piena consapevolezza, risvegliando i sensi (olfatto, gusto, vista …).
Esegui una scansione del corpo: rilassa tutte le parti del corpo una ad una in modo che tutta la tensione sia sparita (prestando particolare attenzione alle seguenti aree: collo, braccia, parte bassa della schiena e gambe).
Meditazione: la meditazione in piena consapevolezza ci porta a ritrovare uno stato d’essere. Diventiamo testimoni dei nostri pensieri e sensazioni fisiche. Accettiamo senza giudizio ciò che viene rivelato incondizionatamente.
Praticare attività che coinvolgono il corpo e la natura (giardinaggio, passeggiate nei boschi, in campagna, in montagna …).
Camminare con piena consapevolezza, preferibilmente a piedi nudi.
Praticare yoga e respirare per sentire il proprio corpo e ancorarsi a terra.
N❤A❤M❤A❤S❤T❤E

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.